Manutenzioni
Impianti Aeraulici Genova | Impianti Condizionamento Genova |  Ventilazione Meccanica Controllata

Manutenzioni

Una manutenzione ordinaria eseguita correttamente, oltre a garantire la
salubrità degli ambienti, allunga la vita delle apparecchiature e mantiene in efficienza i
componenti evitano sprechi energetici e quindi monetari.
Ad esempio per maggior consumo
dei ventilatori per filtri sporchi, maggior consumo della pompa di calore per effetto del circuito gas
scarico e/o per cattivo scambio a causa dello sporcamento della batteria.

  1. Manutenzione impianto - DPR 74/2013 (art. 7)

Il DPR 74/2013 chiarisce che la manutenzione dell’ impianto (art. 7) e il controllo del rendimento energetico (art. 8) sono due operazioni diverse e distinte con tempistiche che non coincidono e sono entrambe obbligatorie.

Nel DPR 74/2013 inoltre viene esplicitato che le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione (ordinaria) dell’impianto devono essere eseguite da ditte abilitate ex Dm n. 37/2008, e che le stesse devono dare  indicazioni in merito alle tempistiche, ove non indicato dal fabbricante.

Climatique consiglia:

ABITAZIONI PRIVATE – UFFICI

Controllo ordinario almeno due volte all’anno (possibilmente in occasione del cambio stagionale)

ATTIVITA’ COMMERCIALI, RICREATIVE, SPORTIVE, SCOLASTICHE

Controllo ordinario almeno quattro volte all’anno

ATTIVITA’ OSPEDALIERE E ASSIMILABILI

Controllo ordinario mensile

Le attività di controllo indicativamente consistono in :

Unità esterne ed interne
* Controllo visivo parti interne ed esterne

* Controllo efficienza scarico condensa

* Controllo pressione gas ed eventuali fughe

* Pulizia filtri e batterie refrigeranti unità interne ed esterne, sanificazione batteria interna con appositi prodotti certificati antibatterici ed anallergici, anti legionella pneumophica.

* Verifiche di funzionamento dell’impianto in caldo ed in freddo.

UTA:
Una prima analisi per la verifica periodica sporcamento di prefiltro e filtro, tempi indicativi sono:
prefiltro ogni 2 mesi e filtro ogni 6 mesi, (a seconda della verifica iniziale potrebbero essere
necessari tempi inferiori).
Il prefiltro deve essere lavato con detergente sanificante, sciacquato e asciugato, mentre il filtro
deve essere sostituito sempre.

Ad ogni cambio di stagione l’interno dell’UTA deve essere lavato e sanificato, con particolare
attenzione alla batteria e alla vasca di raccolta condensa.
Ad ogni verifica devono essere controllate lo stato delle cinghie e in caso di screpolature evidenti e
o rilassamento delle stesse devono essere sostituite.

RIFERIMENTI DI NORMA E PRASSI DI MANUTENZIONE ORDINARIA

UNI 11414 Manutenzione – Linee guida per la qualificazione del sistema di manutenzione, e la

UNI 11420 Manutenzione – Qualifica del personale di manutenzione.


  1. PERIODICITA’ CONTROLLI EFFICIENZA ENERGETICA DPR 74/2013 (art. 8 e allegato A)

Le operazioni di controllo dell’efficienza energetica comprendono il controllo del sottosistema di generazione; la verifica della presenza e della funzionalità dei sistemi di regolazione della temperatura centrale e locale nei locali climatizzati; nonché la verifica della presenza e della funzionalità dei sistemi di trattamento dell’acqua, dove previsti. Questi andranno svolti secondo i rispettivi rapporti di controllo di efficienza energetica (indicati all’allegato A).

Questi controlli andranno svolti in occasione degli interventi di manutenzione di cui all’articolo 7, con le tempistiche minime di cui all’allegato A. Inoltre i controlli andranno svolti in occasione della prima messa in esercizio dell’impianto, sostituzione del generatore e nel caso di interventi che modifichino l’efficienza energetica.

Allegato A

 

I dati delle macchine e dell’impianto saranno registrati da Climatique all’interno del libretto d’impianto e comunicati on line al catasto regionale “CAITEL”.

Climatique fornirà il libretto di impianto ed il numero di accatastamento; nel caso in cui la manutenzione verrà effettuata da terzi, il manutentore sarà obbligato a compilare la parte relativa al controllo di efficienza energetica e a darne comunicazione alla Regione Liguria.

In tutti i casi, dovranno essere obbligatoriamente conservati presso vs locali sia il libretto di impianto che il numero di catasto, che dovranno essere comunicati in caso di ispezioni da parte di Enti Locali competenti.

Va ricordato inoltre che in caso di mancato controllo di verifica sull’efficienza energetica e la regolare esecuzione delle manutenzioni, gli enti preposti possono elevare sanzioni per chi non è in regola con importi che variano da 500 a 3000 euro, e sono a carico del responsabile degli impianti, con l’ulteriore obbligo di mettere in regola il proprio impianto.

 

 

 

 

 

Climatique srl

Impianti di climatizzazione, condizionamento e aeraulica a Genova